Immobiliare CIM - Vendite e servizi immobiliari CIM - Vendite e servizi immobiliari
LA NOSTRA AZIENDA
CHI SIAMO     SERVIZI     NEWS     DOVE SIAMO key ACCEDI | REGISTRATI


inserisci la tua e-mail
 


NEWS

[ stampa news ]     not-36 news

In tema di economia e futuro occupazionale, si diceva una volta che ognuno deve combattere con le armi che possiede.
Barletta (come tante realtà Italiane) a causa della globalizzazione ha ormai perso il treno del comparto artigianale, pertanto, preso atto di ciò, se si vuole evitare il definitivo crollo economico di questa valorosa comunità, l’unica vera opportunità che ci rimane per sperare in un futuro dignitoso è la valorizzazione delle potenzialità turistiche di Barletta (che sono notevoli).
Innanzi tutto va premesso che (come in tutte le cose) per rendere l’accoglienza turistica eccellente VA CREATO LO SCENARIO IDONEO ED ADATTO all’interno del quale detta potenzialità possa esprimersi.
Qui il tema, al di là delle astrattezze, assume percorsi diversi e paralleli.
Creare lo scenario giusto significa rendere la città ordinata, pulita (quindi accogliente) a cominciare dalle litorali dove SI IMPONE UN PRESIDIO COSTANTE DI VIGILI URBANI IN QUANTO, DETTE LITORALI RAPPRESENTANO "IL NOSTRO TESORO".
E’ vero che i Barlettani hanno le loro colpe ma questo certamente non assolve l’amministrazione comunale in quanto i cittadini, quando è necessario, vanno guidati ed educati, altrimenti non si capisce a cosa serva una amministrazione comunale.
L’IMPIEGO (GARBATO) DEI VIGILI URBANI E’ L’ELEMENTO CENTRALE DEL PROBLEMA.
Come non rendersi conto che non c’è speranza se LE NOSTRE LITORALI durante la stagione estiva continueranno ad essere TERRA DI NESSUNO dove ogni mattina (in particolare la domenica) orde di cafoni e trogloditi spadroneggiano senza che si veda un solo vigile a regolare quella BOLGIA INFERNALE e quindi naturalmente ognuno fa quello che crede.
Come non rendersi conto che la degradante presenza sulle litorali dei BIVACCHI SERALI ESTIVI di gruppi scomposti di "tribù familiari" è un colpo al cuore alle nostre potenzialità turistiche (vigili urbani, dove siete ?)
Una PARTICOLARE ATTENZIONE va rivolta AI CORSI ed al CENTRO STORICO che rappresentano "il salotto buono" della città e, come tale, va completamente CHIUSO AL TRAFFICO ed aperto solo alla pedonalità, con FIORIERE E PANCHINE in istrada (SOPRATUTTO SUI CORSI) per liberare appieno tutto il potenziale turistico, in una esplosione di ridente accoglienza, a tutto guadagno delle attività commerciali (come avviene in tutte le città d’arte rinomate).
Se poi vogliamo osare, potremmo immaginare "Estati Barlettane" sulla scia di manifestazioni culturali tipo "libri nel borgo antico" organizzate a Bisceglie, con presenze come Pupi Avati, Marcello Veneziani, Paolo Flores d’Arcais, Giovanni Impastato, Paolo Mieli, Gianrico Carofiglio, Vittorio Sgarbi e tanti altri esponenti del miglior Pensiero italiano, esempio riuscitissimo di come si possa coniugare ARTE, CULTURA E BUONA CUCINA.
Trascurare tutto questo sarebbe già molto grave di per sé ma assume un rilievo ben più drammatico se si pensa che il turismo è l’ultima risorsa che ci è rimasta.
La provata capacità ed il coraggio dei nostri operatori economici difficilmente potrà esprimersi in tutta la sua potenzialità se manca il supporto dell’amministrazione comunale in una collaborativa e proficua coesione.
In tutte le località turistiche di successo questo avviene sistematicamente (non a caso si dice "fare sistema") affinché l’ospite trovi una città pulita, civile ed ordinata nella quale gustare una permanenza all’insegna della buona cucina, sole, mare e tanta Storia.
Lasciamo da parte le sterili polemiche e mettiamoci a lavorare.



F.I.M.A.A ConfEdilizia
RICERCA IMMOBILE
Le migliori proposte di vendita con
la “garanzia” di un grande marchio.
CASE DI LUSSO
Case di raffinata bellezza,
espressione dell'eccellenza abitativa.
CONTATTI
Uno strumento utile per comunicare
in tempo reale con i nostri uffici

© 2020 Immobiliare CIM - p. iva 03363950720 - realizzato da dotlab.